Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '






RockEGGIando Fest 2010 - Eggi di Spoleto (PG) - 08/05/2010

Resoconto di un sabato “diverso” - una volta tanto - all'insegna del sano metallo tricolore anziché del solito tunz-tunz-tunz. Parliamo del RockEGGIando fest, giunto alla sesta edizione che si è tenuto ad Eggi (Spoleto) sabato 8 maggio. L'evento, organizzato dall’associazione “Amici di Eggi”, ha visto coinvolte 6 bands con generi che spaziano tra il black ed il prog per concludere con la band headliner “Secret Sphere” (Alessandria) già protagonista di importanti tour europei di successo con King Diamond (ex leader dei Mercyful Fate), ed ancora con gli svedesi Astral Doors per giungere al Rockeggiando a pochi giorni dalla chiusura del loro più importante e soddisfacente tour europeo: “To The Metal Tour 2010” con la storica metal band tedesca Gamma Ray.

Come da buona “tradizione” (gli affezionati al fest capiranno!) non è mancata la pioggia, un piccolo temporale tra le 18 e le 19 che non poteva manacare, come non poteva mancare la lauta cena degli artisti!
Nonostante la pioggia la serata è iniziata all’asciutto con il black metal proposto dai folignati “Honos” (antico Dio Romano dell'Onore) un ottimo open act che ha da subito attirato i presenti sotto palco per iniziare al meglio questa maratona musicale di cinque ore.

Con i “Megafuck” ed il loro thrash sul palco si apre la parentesi nostrana (spoletina) del fest che non a caso ha visto incrementare il popolo sottopalco (la sala infatti si è iniziata a riempire proprio con loro per poi svuotarsi ad ogni cambio palco), pubblico che senza troppi indugi ha iniziato a partecipare attivamente alla causa, soprattutto sotto i potenti riffs di Raining Blood (Slayer) e Arise (Sepultura). Ottima la prestazione del singer WindCutter (al secolo Alessio Tagliavento) che ha fatto enormi progressi dai tempi dei “Fucking Energy”.

Come detto, restiamo a Spoleto e dopo un rapido cambio palco e di genere è il turno del quintetto progressive “Alias Mundi” che ha scelto il palco del RockEGGIando, e l’organizzazione ringrazia, per presentare il loro ultimo lavoro.
Il tempo di far sparire una bella bionda tra le mani (a proposito grazie alla MAGALOTTI, sponsor ufficiale del fest!) e subito di corsa sotto al palco per la seconda parte del fest che si apre con i ternani “Light Silent Death” con il loro death melodico che gode sicuramente di un grande impatto sonoro soprattutto nell’esecuzione della title track del loro ultimo lavoro “Obscuration”.

Prima dell'esibizione dei “Whitate” c’è tempo per calmare lo stomaco che ha iniziato a brontolare per cui ci rechiamo all'esterno per fare fuori un paio di ottime piadine ed un’altra Magalotti!
Con i “Withate”, Roma, varchiamo i confini della nostra regione. Non nascondo che ero molto curioso di vederli dal vivo, perché apprezzando la loro musica non avevo avuto ancora l’occasione di vederli dal vivo. Come mi aspettavo, non sono rimasto affatto deluso dalla loro prestazione che ha coinvolto i presenti e scaldato gli animi (giusto ci voleva, visto il freddo!).

Eccoci finalmente giunti al clou della serata con il six-piece italiano dei Secret Sphere, dediti ad un power/progressive melodico che nel tempo, cioè dal 1997 data di uscita di Mistress Of The Shadowlight, si è evoluto in una maniera molto personale, creando risultati di elevata fattura come il recente Sweet Bloody Theory. Alla voce Roberto Messina, in ottima forma (e si sentiva!) che ha regalato un prestazione perfetta. La band è riuscita da subito a dare prova di ottima compattezza, intensità emotiva e perizia tecnica, l’esperienza si è fatta sentire tutta e l’atmosfera del fest è cambiata, lasciandosi alle spalle quel clima “amatoriale” di mini fest di piccola frazione soprattutto nel ritornello partecipato “Welcome to the Circus”.

Ottime le prestazioni del chitarrista solista Aldo Lonobile del bass player Andy Buratto e del drummer Federico Pennazzato per non parlare dei “nuovi arrivati” Gabriele Ciaccia (tastiere) e Marco Pastorino (chitarra), davvero bravi.
Insomma, ottima riuscita della sesta edizione del RockEGGIando, sia in termini di bill che in termini di presenze. La serata è scivolata via senza intoppi lasciando le orecchie fracassate e qualche livido da pogo, come è giusto che sia per ogni buon metallaro che si rispetti!

Luigi Castellani

 

Contatti

www.myspace.com/rockeggiandofest - RockEGGIando
www.myspace.com/honosbm - HONOS
www.myspace.com/megaducksblood - MEGAFUCK
www.myspace.com/aliasmundi - ALIAS MUNDI
www.myspace.com/lightsilentdeath - LIGHT SILENT DEATH
www.myspace.com/withate - WITHATE
www.myspace.com/heartanger - SECRET SPHERE

<<< indietro


   
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild