Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '






Folk Stone + Lou Quinse + Herjan - Live Club - Trezzo Sull'Adda (MI) - 04/03/2010

Dopo il grandissimo successo riscosso soprattutto nel nord Italia con l’omonimo album d’esordio, tornano alla carica i nostrani Folk Stone con un nuovo e più che mai energico prodotto: “Damnati ad metalla”. E anticipando l’uscita ufficiale del cd, come prima data del nuovo tour, la band ha organizzato una serata di presentazione presso il Live Club di Trezzo Sull’Adda e come sempre una buona orda di fans ha occupato il locale con la loro instancabile voglia di ballare e far casino …

Ad aprire la serata sono i giovani veronesi Herjan. Band che attinge a piene mani dal folk metal di matrice nord europea (con ovvi riferimenti a Ensiferum e Finntroll), seppur la loro musica possa sembrare derivata la passione non manca a questi sei ragazzi, proponendo i loro brani in maniera più che convincenti. Non avendo mai ascoltato nulla realizzato in studio (anche perché, a detta loro, probabilmente presto vedrà luce il loro primo lavoro), si può oggettivamente constatare che, verso la fine dello spettacolo, hanno realizzato una buona cover di “Rivfader” (ovviamente) dei già menzionati Finntroll. Peccato solo che la performance sia durata poco, spero di rivedere presto questi ragazzi alle prese con uno show più lungo, magari dopo aver pubblicato un full-leight.

Ed è la volta dei torinesi Lou Quinse e del loro sound prettamente Eluveitiano cantato in dialetto. A primo impatto la band si presenta in modo strano, sembra che tutti i componenti non abbiano nulla in comune tra loro per via della loro diversa attitudine (come ad esempio il cantante Daniele Quaranta, o meglio dire il Phil Anselmo piemontese ma solo negli atteggiamenti). I loro brani presentano anche delle idee che seppur risultino derivative (e a volte anche troppo) riescono ad essere comunque piuttosto valide ma la band mette in piedi una prova pessima, zeppa di errori su cui non si è proprio potuto chiudere un occhio. Meglio gustarsi una fresca birra …
L’atmosfera nel Live Club si è riscaldata e il palco è pronto ad ospitare padroni della serata. Ladies and gentlemen, ho l’onore di presentarvi i Folk Stone! A dare inizio alle danze è “Ol bal di Òss” seguita a ruota da “Longobardia” . Sin da subito i brani tratti dal nuovo “Damnati Ad Metalla” si presentano decisamente più violenti e complicati nel songwriting, ma senza mai dimenticare le soluzioni tipiche che li ha resi noti in passato, risultando quindi trascinanti. E si prosegue ancora con tutti i restanti brani del nuovo prodotto, i quali vengono acclamati dalla platea, soprattutto “Anime Dannate” e “Senza Certezze” già noti a coloro che hanno seguito (come me) la band passo dopo passo. Come sempre il pubblico non risparmia affatto il sudore nella platea, soprattutto durante l’ascolto degli ormai già cavalli di battaglia come “Briganti Di Montagna”, “Rocce Nere” (preceduta dalla versione cantata dagli alpini, purtroppo non presenti come ospiti), “Folk Stone” e “Con Passo Pesante”, brani proposti nella parte conclusiva dello spettacolo. Insomma, i Folk Stone sono tornati in gran forma con un prodotto diretto ed epico a cui è molto facile affezionarsi, che dal vivo, grazie alla loro energica e impeccabile prestazione, ha acquistato ulteriormente spessore durante questa release party. Inoltre i nuovi acquisti in line up si sono già instaurati molto bene nella formazione apportando più tappeto musicale durante le loro esibizioni. Tremate gente, i Folk Stone si stanno preparando a conquistare il mondo a suon di cornamuse ma con i boccali sempre colmi di birra!

Pax (Antonluigi Pecchia)

<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild