Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '






Trick or Treat – Woodstock - Grandate (Como) - 01/05/2009

Non mi aspettavo assolutamente ciò a cui assistito, ma soprattutto non credevo che dal vivo fossero così bravi. Sto parlando di un gruppo modenese che da qualche anno ha esordito sulle scene internazionali con un album, Evil Needs Candy Too, che molti potrebbero pensare uno scherzo per la maniera in cui intendono loro il metal. Rozzi, ubriachi ed esilaranti, è questo che direi di loro, aggiunto però ad stupefacenti. Chi l’avrebbe mai detto che avrei passato una serata così assistendo ad uno dei concerti più belli (il più divertente in assoluto) di quest’anno ed anche delle mie esperienze live. In un locale a dire il vero abbastanza piccolo, dove i suoni non sono ben distinguibili è uscito fuori un vero e proprio show di prima categoria.

Sono i Ghost Project che iniziano la serata cover band che suona pezzi di diversi gruppi quali Scorpions,AC/DC, Iron Maiden, Metallica e molti altri. Per quello che posso giudicare e dire di loro,visto che le cover band non mi entusiasmano particolarmente, posso solo dire che tecnicamente non mi dispiacciono, soprattutto basso e voce. In evidenza un buon medley degli ac/dc, “Enter Sandman” dei Metallica e la chiusura con un classico “Fear of the Dark” degli Iron Maiden. Undici pezzi totali per circa un ora di live con spunti anche ironici(vedi accenno di “Sincerità” di Arisa con tanto di travestimento) e spunti di pura tecnica come la solo battle tra basso e chitarra. Quando entrano in scena i Trick or Treat tutto cambia: tutto si fa più giocoso e divertente e solo le note di “It’s Snack Time” echeggiano i sorrisi si stampano sulle facce dei presenti, mentre con “Evil Needs Candy Too” inizia il vero concerto cantata ed urlata da chi conosce le parole. Quando arriva invece “Robin Hood”, cover del celebre cartone animato, le anime (scusate il gioco di parole) si scaldano, soprattutto davanti al palco. Tutto il concerto prosegue con un esilarante susseguirsi di eventi, scherzi e parole, sintomo che questo è un gruppo che sa quel che vuole soprattutto sul palco, giocando ed interagendo con chiunque sia disposto di ascoltare.

Ovviamente troviamo anche delle cover degli Helloween, visto le radici del gruppo, con canzoni quali “Ride the Sky”, “Future World” ed altre, come anche qualche canzone del nuovo album in uscita in Italia che vanta due grandi collaborazioni: M. Kiske storico cantante degli Helloween ai tempi dei due Keeper e M. Luppi ex cantante dei Vision Divine. Le doti dei cinque sono incredibili, oltre alla strepitosa voce di Alessandro Conti, in arte Alle, mi ha stupito in maniera incredibile il bassista Leone Villani che ha eseguito un solo a dir poco mostruoso eseguendo, con richiesta popolare, anche la famosa canzoncina del famosissimo videogame Super Mario.Sale anche la proprietaria del locale sul palco a ringraziare i ragazzi definendoli “Il gruppo più deficiente che abbia mai suonato al Woodstock” distribuendo sia alla band che a quelli di fronte al palco rhum direttamente dalla bottiglia ed alla goccia(come se non bastassero tutte la birre che giravano sul palco durante il concerto).

Tutto finisce dopo più di due ore di concerto, alle 2:30 inoltrate sforando di gran lunga per le richieste dei presenti di un'altra canzone…così dopo ogni canzone  a cui dicevano che fosse stata l’ultima. Divertimento assoluto e bravura incredibile di un gruppo che fa parlare di se per diversi motivi (uno tra cui la somiglianza della voce di Alle a quella di Kiske a detta di qualcuno, non a mio avviso dove non faccio assolutamente accostamenti tra i due), insomma al prossimo live nelle vostre zone TUTTI A VEDERE I TRICK OR TREAT!!



Christian
Voti: Trick or Treat 8.5/10
Ghost Project 6/10

<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild