Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - Ă - '






Madball - Rock Planet - Pinarella di Cervia (RA) - 01/08/2009

Da veri tamarri del NY hardcore i Madball si presentano annunciati da una base su CD, cosa che avevano fatto anche all'Eastpack Tour del 2003, dove avevano utilizzato la colonna sonora di "Terminator" per anticipare l'entrata in scena. Ed eccoli sul palco. Il primo a fare il suo ingresso è il batterista Will Shepler, seguito da due enormi palle con le gambe quali il bassista Hoya (ha un po'dello zio Phil della serie "Willie Il Principe Di Bel Air"), che verso metà concerto ha sdrammatizzato le sue dimensioni nonché il suo paffuto volto paragonandosi a Topo Gigio con risata generale inclusa, ed il chitarrista Matt Henderson, un altro colosso forse un po' meno buffo del primo, ma terribilmente pesante anche lui.

E si parla proprio di pesantezza, che si fa sentire non solo nei movimenti ma anche nei riff delle canzoni: molto probabilmente i Madball non abbracciano la filosofia straight-edge data la stazza, chissà se esisterà mai gruppo hardcore più pesante di loro! Entrata in corsa per il cantante Freddy Cricien e pezzo velocissimo subito d'impatto. Tutto ad una tratto la massa di omini fermi inizia a muoversi e con grande piacere realizzo di fare parte di un pubblico non molto numeroso ma di ottima qualità, quanto basta insomma per creare quell'atmosfera che solo ai concerti hardcore si respira. Subito il microfono si abbassa per dare sfogo alle urla dei fans più accaniti, cori su cori, le canzoni dei Madball hanno una carica trascinante che pochi gruppi sanno trasmettere, e nota di onore al sorriso del cantante, che è un po' uno dei padri del genere e sa di esserlo! Si percepisce nell'aria una certa simpatia con il pubblico italiano, e non a caso il cantante, smorzando un attimo i toni hardcore, a metà concerto accenna ad un celebre pezzo di Modugno. Che strana fama che abbiamo all'estero, comunque è stato davvero bellissimo: un continuo contrasto di odio e amore, tanta energia, anche se fra il pubblico c'erano un paio di ubriachi di mezz'età convinti di essere in mezzo al ring di "Smackdown".

Ma niente di allarmante, tutto è concesso in un concerto hardcore e ovviamente "no security"! I brani più celebri hanno avuto la loro parte di gloria, da "Hold It Down", presentata praticamente all'inizio, a "Look My Way". Uno spettacolo durato più di un'ora, arricchito da una rientrata in scena su richiesta del pubblico da divi di Hollywood con l'esecuzione di altre tre canzoni, di cui una cantata dal bassista in chiaro stile old-school , aveste dovuto vedere che faccia buffa fa quanto canta!

L'energia prodotta è stata travolgente, e insaziabile la voglia del pubblico di scatenarsi sui ritmi ballabilissimi dei Madball: con loro è veramente difficile rimanere fermi. Si è creato un grandissimo feeling, la carica delle canzoni non poteva passare inosservata, cosa tipica del NY style di cui fanno parte anche gruppi come Sick Of It All e Sword Enemy. I 19 anni di esperienza dei Madball si sono fatti sentire, sia nella perfezione dei suoni sia nella scena live.

NICHOLAS  BADIALI

<<< indietro


   
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild