Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Newsletter
Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - - '






Destruction + Debauchery + Scared To Death - Rolling Stone - 21-12-2008

Siamo giunti anche alla fine del 2008, infatti la discesa dei teutonici Destruction ha rappresentato la chiusura degli eventi metal milanesi della stagione.

Innanzitutto buona la scelta degli Scared To Death per iniziare la serata. La band è giovane e sicuramente di strada ne dovrà ancora fare ma l’energia la hanno tutta per riscaldare i presenti con il thrash metal dallo stile classico. Certo che i loro brani non sono ben articolati e se volessimo dare un termine di paragone al loro sound sicuramente i nomi sarebbero Tankard e Destruction. Il tempo a disposizione della band non è stato molto, ma è bastato per poter fare apprezzare dai presenti (ancora pochi) i loro tre brani.

Però il pubblico ha iniziato ad essere partecipe solo con il death metal dei Deubachery. La band si presenta con un look sanguinario segno che si prospetteranno grosse mazzate! E il mio istinto non ha per nulla tradito, una performance violenta senza attimi di tregua la loro. Per poi divenire decisamente divertente nell’ultima parte con i loro brani di puro death’n’roll.
Per me questi ragazzi sono stati una piacevole sorpresa della serata anche perché non avevo mai ascoltato nulla di loro e mi hanno incuriosito al punto che cercherò di prendere qualcosa di loro quanto prima.

Concluso il loro spettacolo, le luci del palco si spengono per riaccendersi solo una ventina di minuti dopo con un introduzione a ritmi di polka che non può essere altro che l’intro (sicuramente non ovvio) dello spettacolo dei Destruction. Infatti solo dopo pochi istanti i tre distruttori prendono posto on stage e si da il via alle danze partendo con la doppietta distruttiva formata da “Soul Collector”, “Bestial Invasion”. E che il massacro sotto il palco abbia inizio! Dopodiché la formazione ha proseguito con i brani presi dalla loro ultima fatica “D.E.V.O.L.U.T.I.O.N.”, ovvero: la titletrack e “Urge (The Greed Of Gain)” per poi tornare alla carica trascinante di cavalli di battaglia come “Nailed To The Cross”, “Curse Of The Gods”, “Life Without Sense” e “Mad Butcher”. Insomma una setlist che ha riuscito ad accontentare tutte le fasce di età! Concludendo avrei da fare una considerazione molto importante sulla band. Avendola già vista all’opera durante lo scorso S-Hammer metal festival (ovvero l’edizione del 2007) il paragone viene spontaneo farlo. Devo dire che l’act attuale dia molta più attenzione all’aspetto tecnico dei brani (cosa che in passato veniva tralasciato) in sede live, particolarità forse subentrata con l’entrata di soluzioni più melodiche (ma non per questo da buttare) del loro ultimo album. Insomma ragazzi pare che non si finisca mai di migliorare!!!

Pax (Antonluigi Pecchia)

<<< indietro


   
Avatarium
"All I Want"
Siren
"The Row"
Carcass
"Surgical Remission/Surplus Steel"
Divine Ascension
"Liberator"
Bloodbath
"Grand Morbid Funeral"
Aversions Crown
"Tyrant"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on Myspace Raw & Wild on YouTube

Interviste
Speciali
Live reports

Gemellaggi


RockCult
Listenable rec.
Roadrunner Italia
Live in Italy
Necroagency
Metal Wave
Kreative Klan
Nuclear Blast
Black Widow
SG records
Vivo Management
EG pubblice relazioni
Underground Metal Alliance
Rock and Growl
Metalcamp
           
RAW & WILD 2000 / 2013 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild