Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - Ă - '






Drone + Mortal Sin + Over kill - 10/03/08 - Alcatrazz, Milano

Ed ecco ritornare gli Over Kill a milano a supportare il loro nuovo disco Immortalis. Qui in tour insieme ai Drone e agli storici Mortal Sin.
Nonostante il giorno della settimana non particolarmente felice, ovvero di lunedì, il locale è affollatissimo.

Il primo gruppo sono gli a me sconosciuti Drone, che propongono una sorta di hardcore/new metal. Sinceramente la loro proposta non è particolarmente interessante, in quanto tocca lidi non propriamente metal, ma piuttosto industrial; insomma un genere per me abbastanza ostico; sicuramente qualcosa di avvicinabile a Korn e altro.

Arriva il turno degli storici Mortal Sin, una delle primissime band australiane a muovere i passi nel thrash metal estremo, insieme a gruppi come Slaughter Lord, Sadistik exekution, hard-ons.
Il primo disco del combo” Mayhemic Destruction” fù riconosciuto come uno dei capolavori del thrash metal, e fece acquisire ai Mortal Sin una particolare importanza negli anni’80.
Oggi tornano sulle scene, capitanati dal vocalist Mat Maurer. Aprono subito le danze con dei pezzi tratti dal nuovissimo “In absence of faith” per poi sterminare tutta l’audience con la mitica “Lebanon”. Seguono poi pezzi dal successore di “Mayhemic Destruction” ovvero “Voyage of The Disturbed” e “i am immortal” .
Il finale viene lasciato all’immancabile “Mayhemic Destruction”; nonostante concerto brevissimo per loro, il pubblico sembra aver gradito lo spettacolo proposto dai nostri.
Arriva poi il turno della band di Bobby “Blitz” Ellsworth; ovvero gli Over Kill.  Il gruppo americano parte subito con “Devils in the Mist”, tratta dal nuovo disco. Il pubblico però si scalda, nel momento in cui sono proposte “Rotten to the Core” e “Hello from the Gutter” .
Tutto il concerto è diviso in una scaletta che vede la proposizione di materiale vecchio e nuovo: si passa, infatti, da “Skull and Bones” and “hammered” tratta dal disco di esordio della band “Feel the Fire”.
Il gruppo pezzo dopo pezzo, sembra non perdere colpi; si percepisce un’atmosfera veramente perfetta che dà l’impressione di un gruppo solido e incrollabile capace di continuare a stare sul palco dopo quasi più di vent'anni di carriera.
Passiamo a “Thanx for nothing”; “The Wrecking Crew” e la storica “Elimination”.
L’esibizione dei nostri si chiude con l’inno “Fuck you”; che fa ritornare indietro a periodi immemorabili. Direi un concerto degno di nota che ancora una volta sottolinea gli Over Kill come una band migliori e influenti della scena thrash contemporanea.

Ermanno Mainardi

<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild