Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '






Necrodeath + Cripple Bastards – Bari, 23/11/2007

Il più delle volte il termine leggenda è utilizzato a sproposito, ma se ci soffermiamo un attimo sulla storia dei Necrodeath e dei Cripple Bastards ci rendiamo conto che questo non è il caso. La Vivo Management intitolando la serata The Night Of The Leggend ha detto il vero. Quindi, onore a Lugi Pisanello e al suo staff, tirata d’orecchie ai metallari del meridione che si sono lasciati sfuggire un simile evento. Sia Necrodeath che Cripple Bastards sono un pezzo della storia della musica italiana e se oggi i gruppi italiani godono di buona fama all’estero il merito è anche di queste due band, che in tempi molto più difficili di questi, hanno saputo creare un suono unico e irrepetibile.

Terminata la giusta premessa passiamo alla cronaca dell’evento. I primi a salire sul palco sono i Cripple Bastards. Ormai la formazione è consolidata da quasi un decennio e l’affiatamento è subito evidente. La folla sotto al palco era composta soprattutto da metallari, ma qualche cresta spuntava qua e là: potenza del gruppo piemontese che riesce a soddisfare i gusti di metallari e  punk. Il concerto è stata una mazzata di quarantacinque minuti nei quali i CB hanno dato in pasto al pubblico ben venticinque canzoni. L’apertura è toccata a “Being Ripped Off”, seguita a ruota da “L’Uomo Dietro Al Vetro Opaco”. Non un attimo di respiro è stato dato al pubblico ed è strabiliante vedere come delle persone dall’aspetto tranquillo possano trasformarsi in “animali furiosi” sul palco, Giulio The Bastard su tutti, con le sue caratteristiche pose. L’odio e il nichilismo vengono riversati sul pubblico: “Odio A Prima Vista”, “Karma Del Riscatto”, “Misantropo A Senso Unico”. Cori del pubblico per “Italia Di Merda”. “Morte Di Un Tossico” e “Polizia” sono stati da infarto. La conclusione è toccata a “Stimmung” e a “Sangue Chiama”. Se non li avete mai visti dal vivo non potete capire cosa sono i CB.

Rapido cambio di palco ed è il turno dei Necrodeath. Ad uno ad uno salgono i singoli membri della band tra cui spicca il nuovo arrivato Maxx e  come è giusto che sia, la curiosità dei presenti è rivolta alla sua prestazione. Scansiamo subito ogni dubbio dicendo che la performance del nuovo chitarrista è stata maiuscola, evito i paragoni con i suoi predecessori e auguro a lui un “in bocca al lupo”. Il boato del pubblico esplode all’ingresso sul palco di Flegias, ormai saldamente nei cuori dei fans dei Necrodeath : basta sentirlo su disco e soprattutto vederlo dal vivo per capire il perché. Si parte con la title-track dell’ultimo album Draculea per compiere poi un salto indietro di circa vent’anni con “At Mountains Of Madness” estratta dal primo album Into The Macabre.”Hate And Scorn” e “Forever Slaves” anticipano un altro classicissimo del gruppo: “Necrosadist”. “Party in Tirgoviste”, la grandissima “The Creature”, “Fragments Of Insanity” e “Killing Time” sono alcuni degli altri brani proposti. “100% Hell” precede l’assolo di Maxx e la corsa riprende subito con “Red As Blood”. Peso è uno dei migliori batteristi in circolazione e non lo scriviamo per mero spirito nazionalistico, la sua prova è stata veramente maiuscola, così come degna di nota è stata quella di John al basso. Il concerto si è concluso con “Church's Black Book” e con “Smell Of Blood” estratto dall’ultimo cd della band e per il quale è stato girato un grandioso video. La pratica bis è stata sbrigata con l’esecuzione di “Tons Of Hate”. I Necrodeath si sono dimostrati una grande live band, i brani tratti dallo stupendo Draculea rendono ancora meglio dal vivo e i classici… sono classici. Onore a Peso e compagni!
Grande serata, d’altronde non si entra per caso nella leggenda.

g.f.cassatella

<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild