Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





:: Intervista agli Xenos

Nati da una costola degli Eversin, gli Xenos sono sicuramente una realtà che ha fatto parlare di sé nell'attuale panorama thrash metal italiano, forte di un debut come “Filthgrinder” che segue la tradizione di thrash tecnico della Bay Area. Ne abbiamo parlato con il bassista / cantante Ignazio Nicastro...

Ciao Ignazio, benvenuto tra le nostre pagine virtuali. Come nascono gli Xenos? C'è un'esigenza di "ritorno alle radici" dopo gli intenti post / thrash degli Eversin?
Ciao Francesco, grazie mille per lo spazio che ci state dedicando. Gli Xenos nascono nei primi mesi del 2019 ma, onestamente, l’idea di dar vita ad una band parallela agli Eversin mi balenava in mente da un po’. Sentivo la necessità di tornare a suonare ciò che mi ha spinto ad imbracciare il basso, di tornare a suonare Thrash Metal nella sua forma più classica. Io sono cresciuto con Slayer, Megadeth, Annihilator, Testament, Xentrix ed è questo il genere di musica che mi dà emozioni.
Molto spesso, mi accorgo che ciò che ho composto, pur essendo molto valido, ha un taglio poco indicato per gli Eversin in quanto legato a sonorità classicamente Thrash ma non per questo meno potente o meno di qualità. Quindi ho deciso di sviluppare più approfonditamente certe idee, certi riff, certe linee vocali e, con l’aiuto di Giuseppe e Danilo, ho registrato dei demo. Ci siamo accorti che i brani funzionavano alla grande e quindi abbiamo deciso di comune accordo che sarebbe stato il caso di portare avanti un discorso musicale più concreto. I brani che compongono “Filthgrinder” sono stati composti ed ultimati tra marzo ed aprile 2019 e già a giugno avevamo ultimato le registrazioni.

Qual è il significato del monicker della band?
Vuol dire “straniero” in greco e sta ad indicare il mio stato d’animo nei confronti di un mondo che non mi piace, un mondo dove regnano egoismo, avarizia, cattiveria ed indifferenza.

Il thrash metal ha una storia gloriosa ed è uno dei generi stradaioli per eccellenza. Le band di riferimento si presentano spesso in formazioni a cinque, a quattro, ma anche a tre. Come nasce la scelta di una formazione a tre?
Negli Eversin mi sono sempre occupato della scrittura dei testi, della maggior parte delle metriche di voce e delle backing vocals, quindi negli Xenos per me è stato naturale prendere posizione dietro il microfono. Ricopro il doppio ruolo di cantante e bassista e la cosa mi stimola moltissimo. La formazione a tre è nata in modo naturale, ho chiesto a Giuseppe e Danilo se fossero disponibili per questa nuova avventura ed entrambi hanno accettato con entusiasmo, dimostrando impegno e serietà fuori dal comune. Nessuno di noi ha sentito o sente la necessità di un quarto elemento.

A questo punto sono curioso e mi chiedo cosa pensi della scelta di ex terzetti storici come Sodom e Destruction che proprio di recente hanno deciso di ampliare la formazione aggiungendo un secondo chitarrista...
Beh sai, certe scelte possono esser dettate da vari fattori, ma penso che due dei più importanti siano il poter dare una marcia in più ad un songwriting magari troppo stantio ed il riuscire ad avere più impatto in sede live.

Torniamo a noi: cosa significa suonare thrash metal in Italia? Esiste a tuo parere una "via tricolore" al genere o le band che si sono succedute nel corso degli anni lo hanno fatto in maniera completamente slegata da un filo evolutivo?
Spesso e volentieri la parole evoluzione si sposa male con la tradizione del Thrash Metal più oltranzista. In Italia ci sono ottime band che hanno dimostrato di avere davvero le palle quadrate e che hanno saputo portare avanti un discorso musicale classico ma allo stesso tempo potente ed abbastanza personale. Riuscire a fare qualcosa di originale ed evoluto non sempre mette d’accordo tutti, anzi, spesso e volentieri sono più le critiche che gli elogi.

A questo proposito vorrei chiedere su quale versante collochereste il vostro stile e se ci sono modelli "italiani" tra i vostri riferimenti (tra l'altro, la Sicilia è sempre stata fucina di nomi di peso nell'evoluzione di certe sonorità)...
Gli XENOS sono una band Thrash Metal al 100%, siamo orgogliosi di esserlo e ci piace collocarci all’interno del genere. L’Italia, così come la Sicilia, ha ottime band in ambito Thrash ma ad oggi non sento di poter dire che gli XENOS possano trarre ispirazione da un modello italiano. Penso che la nostra musica sia più debitrice al Thrash d’oltreoceano.

Una critica che viene spesso mossa a tutti i paladini del ritorno del thrash è quella di "plastificare" i modelli originari, il sound, l'attitudine, ecc. Che ne pensi?
È stato così fino a qualche anno fa, le band erano tutte uguali tra loro ed allo stesso tempo scimmiottavano quanto fatto dai gruppi storici. Oggi la situazione è un po' cambiata, i gruppi hanno più consapevolezza dei propri mezzi, sono cresciuti ed sono riusciti a sviluppare buone personalità.

"Filthgrinder" schiera alcuni ospiti tra le tracce: Si Cobb e soprattutto Mantas. Una consuetudine, questa, mutuata dagli Eversin. Come nasce l'idea di chiamare un ospite particolare in una traccia, è un qualcosa che viene fuori a priori o è un'idea che emerge a prodotto finito? Ma soprattutto... che effetto fa lavorare con un'autentica leggenda, responsabile di dischi come "Welcome to Hell" o... "Prime Evil"?
Come giustamente notavi tu, i Venom nutrono di fama planetaria, sono una delle mie band preferite, conosco Mantas e Demolition Man da molto tempo, infatti quest’ultimo nel 2012 apparve come guest sul secondo disco degli Eversin. Mantas ha impreziosito Birth of a Tyrant con un assolo fantastico che sputa veleno ottantiano da ogni singola nota.
Gli Anihilated vantano una storia trentennale, hanno uno status più di cult band e sono un gruppo fenomenale, gli Slayer inglesi, provate ad ascoltare Anti Social Engineering o Scorched Earth Policy. Si Cobb è un cantante con le palle quadrate, duettare con lui per me è stato davvero un piacere e non mi creo alcun problema ad ammettere che ho dovuto fare i salti mortali per non sfigurare sul brano che abbiamo cantato assieme. Ha delle capacità vocali davvero grandiose e riesce a far robe che io posso solo sognare. Li ho contattai entrambi via social, ho spiegato loro quali fossero le mie intenzioni ed infine ho inviato i brani. Sono stati entrambi entusiasti di partecipare al disco.

Avete avuto la possibilità di suonare dal vivo? Come sono stati accolti i pezzi del disco? Qual è la setlist ideale degli Xenos?
Avevamo già tre date confermate per l’estate 2020 ed eravamo pronti ad annunciarne altre due prima che questa merda di virus facesse la sua schifosissima comparsa. Nessun problema comunque, il prossimo anno devasteremo più palchi possibile. La nostra setlist ideale? Uhm, ovviamente sarà incentrata su “Filthgrinder” ma penso che aggiungeremo un paio di cover…

Avete incluso in tracklist la vostra versione del classico dei Megadeth "Peace Sells". Da dove deriva questa scelta?
Abbiamo voluto tributare i giusti onori ad un brano splendido con il quale siamo cresciuti. L’intro di basso è uno dei più importanti della storia del Metal alla pari con quelli di Wrathchild e Souls of Black. La nostra versione è un po' più veloce dell’originale e differisce sopratutto nella voce. Le dinamiche della voce di Mustaine sono impossibili da riprodurre, ho preferito interpretare il brano con il mio stile e renderlo più personale.

Approfitto per fare una domanda rivolta a tutti e tre: snocciolate pure un po' di "consigli per gli ascolti", del presente o del passato che siano. Quali sono i dischi thrash che non devono mai mancare negli ascolti di ognuno di voi?
Posso dirti quali sono i più importanti per me:
? Metallica - Master of Puppets / Ride the Lightning
? Slayer - Reign in Blood / Divine Intervention
? Megadeth - Rust in Peace
? Annihilator - Never, Neverland
? TestAmenT - The New Order
? Venom - Black Metal
? Kreator - Coma of Souls
? Sodom - Agent Orange
? Xentrix - Shattered Existence
? Coroner - Mental Vortex
? Death Angel - The Ultra-Violence
? Sepultura - Beneath the Remains
? Obliveon - Nemesis
? Forbidden - Twisted into Form
? Dark Angel - Time does not Heal.

Come avete vissuto questo periodo di lockdown? Siete riusciti a dedicarvi al progetto? E per quanto riguarda gli Eversin, dato che due di voi suonano anche con la "band madre"?
Dovendo stare blindato a casa ho avuto modo di comporre ed ultimare l’intera ossatura del prossimo disco degli XENOS, a brevissimo entreremo in studio e daremo vita al secondo capitolo. Per quanto riguarda gli Eversin, posso dirti che la band al momento ha bisogno di ricaricare le batterie. Abbiamo già individuato il nuovo cantante e contiamo di iniziare a dedicarci al nuovo disco in autunno/inverno.

Cosa bolle in pentola in casa Xenos? Quali sono le vostre prossime mosse? Le ultime parole sono per i nostri lettori...
Come ti dicevo siamo pronti per registrar il prossimo capitolo degli XENOS.
Ciò che abbiamo composto è davvero grandioso, lo dico senza paura di future smentite. Rispetto a Filthgrinder la composizione è di un livello superiore, la violenza slayeriana è stata unita alla tecnica ed alla melodia tipiche di band come Megadeth e Testament, ma ci sono molti altri dettagli che emergeranno durante l’ascolto. Sarà fottutamente grande.
Un saluto ai vostri lettori, a presto.

Francesco Faniello

<<< indietro


   
Riven
" The Suffering "
Gabriels
" Fist Of The Seven Stars Act 3: Nanto Chaos "
Partinico Rose
" Songs for sad and angry people "
Red Cain
" Kindred: Act I "
Kalevala Hms
" If we only had a brain "
Tyrant (US)
" Hereafter "
Underzone
" Underzone "
Khemmis
" Doomed Heavy Metal "

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild