Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '

rAW & wILD rOCKFETS 2019



:: Intervista ai Rhapsody of Fire

Con l'ingresso di Giacomo Voli e la pubblicazione di “The Eighth Mountain”, i Rhapsody of Fire sono letteralmente dinanzi a un nuovo inizio, dato che l'album è anche il primo capitolo della nuovissima “Nephilim's Empire Saga”. Ne abbiamo parlato con un Alex Staropoli entusiasta, disponibile e signorile allo stesso tempo, come si conviene a chi è da sempre il motore di una vera e propria leggenda italica...

Benvenuti sulle pagine di Raw & Wild! Partiamo con la presentazione della nuova formazione dei Rhapsody of Fire (per chi ancora non vi conoscesse)…
Grazie Giovanni! Decisamente penso che ormai tutti dovrebbero aver capito chi siamo, ma per chi fosse rimasto indietro, a me, Roby De Micheli ed Alessandro Sala si sono aggiunti il nuovo batterista Manu Lotter ed il nuovo cantante Giacomo Voli. Finalmente una line-up di persone che si rispettano, che sono amici tra di loro, che amano la musica dei Rhapsody Of Fire e che hanno una visione comune ed energica per il futuro.

Hollywood, Symphonic... le etichette impiegate in questi anni sono state tante. Oggi come definireste il sound della band?
Non mi capita spesso di dover descrivere la nostra musica a parole, quindi preferisco semplicemente invitare all’ascolto chi ne fosse interessato. Comunque la descrizione che preferisco è sempre “film score metal”, che ben sintetizza l’unione di heavy metal con musica classica e colonne sonore.

Parliamo del nuovo disco. Personalmente ho avuto l'impressione di un recupero di certe sonorità delle origini, nonostante l'importante avvicendamento dietro il microfono e l'arrivo di Giacomo Voli… siete soddisfatti dell’album o cambiereste qualcosa?
Per questo nuovo lavoro ho preferito diminuire la presenza di brani troppo ‘sulfurei’ per scrivere qualcosa di egualmente intenso, ma più aperto e solare. Infatti chiunque ascolti “The Eighth Mountain” ha la netta sensazione che il suono sia molto più positivo, un po’ come lo era agli inizi della nostra carriera, ed ovviamente, ogni brano è stato scritto esplicitamente per questo album. Tutto materiale nuovo e fresco.

Potreste descriverci la nuova “Nephilim’s Empire Saga” introdotta con “The Eighth Mountain”?
Questo è il primo capitolo della Nephilim's Empire Saga ed è il resoconto di come un'anima persa e corrotta possa recuperare il proprio essere attraverso il coraggio, la lealtà ed i veri valori. Tutto questo condito ovviamente da vari elementi. Non possiamo ancora rivelare altri dettagli visto che ci saranno più dischi su questa Saga.

Potete anticiparci se avete già qualche data o magari un tour in programma? Come sarà composta la scaletta?
Il tour da headliners in Europa è finito da poco e ci ha dato molte soddisfazioni. Abbiamo volutamente deciso di iniziare il tour in concomitanza della data di rilascio del nuovo album ed abbiamo suonato ben sette brani tratti da esso. È stato fantastico vedere i nostri fans accorsi numerosi e soprattutto sentirli cantare i nuovi brani all’unisono assieme a noi. Abbiamo varie date per l’estate 2019, anche in Italia ovviamente.

Cosa pensate della scena metal italiana oggi? È cambiato o magari sta cambiando qualcosa, anche in riferimento ai tempi del vostro esordio…
Ci sono alcune bands davvero valide che ho scoperto ultimamente. Di musicisti bravissimi ce ne sono tantissimi in Italia, poi basta darsi da fare ed avere tante idee e tanta voglia di lavorare.

A proposito di Legendary Tales, è indubbio che si tratta di un album spartiacque per la storia del metal italiano. Nulla, da allora, è stato più come prima. Alex, cosa ricordi di quel periodo?
Come già detto in passato, molte idee e molti brani contenuti in Legendary Tales ed in Symphony I erano già stati scritti qualche anno prima, quindi per noi entrare in studio per dar valore a quella musica fu una naturale evoluzione, un passo doveroso per finalmente coronare il nostro desiderio di far sentire al mondo ciò di cosa fossimo capaci di realizzare. In quel periodo eravamo proprio ‘elettrici’, sicuri di noi stessi ma sempre pronti ad imparare per migliorare ulteriormente ad ogni produzione.

Sono curioso di sapere se avete ascoltato qualcosa delle altre band nate dalle costole dei Rhapsody of Fire e quale è il vostro giudizio in merito...
Negli ultimi due anni ho lavorato incessantemente alla composizione, agli arrangiamenti, alle registrazioni e al mix di “The Eighth Mountain” e non ho ascoltato null’altro che non fosse relativo alla mia produzione. In qualsiasi caso, è molto raro che io mi lasci andare a commenti su altre bands figuriamoci ex colleghi. Dal 2011 a questa parte il mio obbiettivo primario è di lavorare per i Rhapsody Of Fire con dedizione, impegno, focus e tanta voglia di scrivere musica nuova. Negli ultimi due anni ho riprovato quell’incredibile forza elettrica degli inizi, quell’entusiasmo che ti fa ribollire il sangue e che ti fluire idee in modo continuo. Infatti, proprio sull’onda di questo entusiasmo io e Roby abbiamo già iniziato a scrivere materiale nuovo.

Per chiudere, vi lascio carta bianca… insomma, a voi le conclusioni!
Grazie a tutti per l’incredibile risposta al nuovo album, i commenti entusiastici e le fantastiche recensioni. Gratitudine immensa! Tenete d’occhio le nostre pagine sui social per scoprire i nostri prossimi concerti e venite a vederci numerosi! Vi aspettiamo!

Giovanni Clemente

<<< indietro


   
Virtual Time
"Animal Regression"
Coil Commemorate Enslave
"The Unavoidable"
Ibridoma
"City Of Ruins"
Enio Nicolini and the Otron
"Cyberstorm"
Polynove Pole
"On the Edge of the Abyss"
Athlantis
"The Way to Rock’n’Roll"
Scala Mercalli
"Independence"
The Dolly’s Legend
"Wolves’ Songs"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild