Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





:: Intervista ai GAMBARDELLAS

Un caloroso benvenuto sulle nostre pagine ai GAMBARDELLAS! È da poco uscito LEA-VE ME BE, il vostro nuovo singolo e video. Quali le prime impressioni?

Grazie mille per averci voluto con voi. Devo dire che la risposta è stata davvero calorosa, sia il video che il singolo stanno riscuotendo davvero tanti giudizi positivi, non ci era mai capitato una risposta così positiva.

Questo brano non è che il preludio all’uscita del vostro nuovo album SURVIVE. Potete darci qualche anticipazione?
“Survive” rappresenta davvero il nostro sound: è un album su cui abbiamo lavorato davvero dura-mente e a lungo. Volevamo ottenere un suono che potesse rimanere impresso mischiando l’alternative rock, fuzz blues dei lavori precedenti con sonorità più elettroniche e dub. Abbiamo re-gistrato tutto presso una struttura strepitosa: gli UP Studios di Ugo Poddighe. Siamo soddisfatti al 100% del risultato raggiunto.

Il 2 Febbraio presenterete il disco dal vivo in una cornice di tutto rispetto: il Bloom di Mezzago (MB). Come vi sentite?
Suonare al Bloom per noi vuol dire poter mettere un’altra spunta sulla lista dei sogni: è un locale davvero carico di storia, se pensiamo che ci hanno suonato Nirvana, Kyuss, Queens of the Stone age ci vengono i brividi. Stiamo lavorando in questi giorni per essere all’altezza di quel palco.

L’esperienza live di certo non vi manca, avete calcato molti palchi prestigiosi sia in Italia che all’estero, e indiscrezioni dicono che vi state preparando ad un nuovo grande tour?
Si, è vero. Non posso svelare ancora molto ma abbiamo in programma date in Italia e anche all’estero, nelle prossime settimane annunceremo tutto.

In passato avete spesso affiancato in concerto grandi nomi. Cosa vi ha lasciato, a livello umano e professionale, il confronto diretto con questi grandi artisti?
Poter suonare di spalla è sempre un grande prestigio e un’ottima possibilità di poter vedere i “dietro le quinte” dei grandi tour. Sono state esperienze davvero formative, sia sotto l’aspetto artistico che organizzativo: capire come funzionano i grandi tour e come vengono gestiti grandi palchi ci ha permesso di crescere a nostra volta come musicisti professionisti.

Quali sono le band che vi hanno maggiormente ispirato nella creazione del vostro sound?
Questa è sempre una domanda molto difficile. Ascoltiamo di tutto ma ti posso dire che nel periodo in cui abbiamo scritto le canzoni di “Survive” in auto giravano a rotazione: QOTSA, St.Vincent, Jack White, Alt-J e Royal Blood.

Quali invece le fonti d’ispirazione per i vostri testi?
I testi prendono spunto da quello che vediamo accaderci attorno. Per “Survive” volevamo che il la-voro fosse coerente da un punto di vista sonoro e anche lirico. Credo che la sopravvivenza e “il so-pravvivere” siano tematiche che rappresentano bene la vita di molte persone oggi: le nostre scelte, la nostra società e le nuove tecnologie ci hanno portato a questo. Sebbene credo che ci sia una soluzione a tutto questo, “Survive” non vuole essere una presa di posizione quanto piuttosto uno spaccato di quello che sta succedendo alla nostra società ai giorni nostri.

Per concludere, una curiosità: quando si parla di nuove realtà nel panorama indipendente italiano, il vostro nome viene spesso fuori. Questo vi lusinga o vi mette pressione?
Caspita, ci fa sicuramente piacere sapere questa cosa ma credo che dobbiamo ancora dimostrare molto, sappiamo di avere i numeri giusti ma sarà sempre il nostro impegno ed il giudizio del pubblico a decidere dove arriveremo con questa band.

Fate un saluto ai nostri lettori!
Ciao ragazzi, non vediamo l’ora di poter venire a suonare anche sotto casa vostra, rimaniamo in contatto e a presto.. cheers!

BF



http://www.facebook.com/Gambardellas
http://www.gambardellas.eu

<<< indietro


   
Psycho Kinder
"Diario Ermetico"
Nagaarum
"Apples"
Opeth
"Garden of the Titans: Live at Red Rocks Amphitheatre"
Riccardo Andreini & Bramasole
"Come Polvere"
Stonewall
"Never Fall"
Dewfall
"Hermeticus"
Woebegone Obscured
"The Forestroamer"
Stins
"Through Nightmares and Dreams"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild