Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - Ă - '






INTERVISTA AI ROSAE CRUCIS

CHI STA RISPONDENDO ALLE MIE DOMANDE?

Ciao, chi risponde e' il chitarrista fondatore della band, Andrea "Kiraya" Magini.

VORREI CONOSCERE MEGLIO I PRIMI ISTANTI DI VITA DELLA VOSTRA BAND...
Siamo nati nel 1988 ed avevamo solo 15 anni quando iniziammo a strimpellare cover metal. A cavallo tra il 1991 e il 92, dopo un demo mai pubblicato di pezzi in inglese, rilasciammo Il Re del Mondo, demo che sconvolse molto per la scelta di suonare “epic metal” in Italiano. Eravamo completamente a digiuno di metal epico, non ascoltavamo praticamente nulla di quel genere, quindi le influenze che subimmo furono veramente pochissime.  Piacque molto e al demo segui un assidua attività live. Nel 1997 dopo alcuni cambi di lineup, servizi civili e militari vari, dammo la luce a “Fede Potere Vendetta” un demo che fece scalpore per i testi, e per i riferimenti alla saga di Conan il Barbaro e a Robert Howard in generale (il mio autore preferito). Le recensioni però furono contrastanti, da una parte ricevemmo molte critiche positive e apprezzamenti da tutto il mondo (il demo fu distribuito in gran quantità anche in giappone e in sud america) dall’altra in Italia ci fu tutta una serie di giornalisti e recensori che non seppero interpretarlo e etichettarlo. Dopo FPV iniziammo a lavorare ai testi in Inglese, e dopo quasi 4 anni di songwriting , tirammo fuori worms of the earth che poi finalmente usci nel 2003, a cui segui una buona attività live in germania e in italia.

CI VOLETE SINTETIZZARE I MOMENTI PIU' IMPORTANTI DELLA VOSTRA BIOGRAFIA?
Primo demo nel 91 (Il Re del mondo), secondo demo nel 1997(Fede potere vendetta) , primo disco ufficiale Worms of the earth nel 2003 , con partecipazione all'Headbanger open air in germania, e con date di supporto a Manilla Road e Domine. Partecipazione a tre cd tribute, manilla road, manowar e cirith ungol. Apparsi in giappone nelle compilazion nuclear blast "Great Metal Cover" con la nostra versione di Pleasure Slave dei Manowar. E' riuscito nel 2008 Il Re del mondo completamente rivisto e ri-registrato, e ora nel 2009 riuscirà Fede Potere Vendetta.

CI POTRESTE DELINEARE UNA BREVE SCHEDA DI PRESENTAZIONE PER OGNI VOSTRO ALBUM?
Dopo un passato di demo e promo (in totale 4) questi sono i full-lenght ufficiali: Worms of The Earth (2003) e' il primo disco ufficiale, completamente cantato in Inglese. E' l'addattamento pagina per pagina di un omonimo romanzo di Robert Howard,autore pulp/fantasy degli anni 30. E' un lavoro molto complesso che ha avuto la sfortuna di uscire in un periodo saturo di uscite power metal e che quindi si e' ritrovato infilato in un trend che non gli corrisponde propriamente. E' un lavoro epico, power, ma con aperture thrash e death.C'e' un po di tutto. Alla batteria su worms c'e' Giuseppe Orlando, batterista dei Novembre. Il Re del mondo(2008) E' il nostro secondo full length. E' la riedizione del nostro primo demo con l'aggiunta di una cover di Angelo Branduardi. Molti lo giudicano la ristampa del demo, ma e' un disco a tutti gli effetti (il demo gia all'epoca durava piu di 45m), su cui abbiamo fatto un grosso lavoro di riarrangiamento . E' il primo lavoro registrato interamente nel nostro project studio personale.

DA QUALE CONTESTO DI VALORI NASCE LA MUSICA DEI ROSAE CRUCIS?
Ogni testo e' per noi una sfida. Ci piace parlare di tutto , e a volte scriviamo testi molto contemporanei che in realtà poi nascondiamo sotto metafore epiche. Ci piace fare riferimento a romanzi epici, eroici, o a personaggi da film, cosi come ad eventi che possono in qualche modo toccarci. Il re del mondo ad esempio è pregno di riferimenti esoterici, mistici, storici, e testi di provenienza piu gnostica , mentre su fede potere vendetta, parliamo piu del Metal, e della voglia di riconquistare e rivendicare un genere che in Italia viene nascosto, nonostante le molteplici valide band che poi proponiamo all'estero.

IL VOSTRO MONICKER CI RIMANDA AI ROSA CROCE... C'E' UNA COMPONENTE MISTICA/ESOTERICA NELLA VOSTRA MUSICA?
C'e' nelle intenzioni,nelle libere e molteplici interpretazioni dei testi. Il Re Del Mondo poi contiene messaggi indubbiamente piu profondi rispetto.

LA PAROLA EPIC PUO' AVERE DUE SIGNIFICATI: QUELLO GRECO (OSSIA LE GESTA) OPPURE QUELLO SCANDINAVO (OSSIA IL PRIMATO DELL'UOMO SUGLI EVENTI). VOI PER QUALE DI QUESTE IPOTESI PROPENDETE?
Noi fondiamo un po le cose. Abbiamo il nostro modo di vedere le cose e ci piace portarlo in musica. Facciamo molti riferimenti ai periodi piu classici della storia, ma non disdegniamo la crudezza e l'immediatezza dell'accezione scandinava e del viking in generale. Inoltre io ad esempio sono un appassionato di Horror e Pulp, e quindi mi piace fondere il tutto. Poi dipende dal singolo pezzo che stiamo trattando. Non c'e' mai una scelta immediata. Noi seguiamo il nostro istinto che indubbiamente però ,rispetto ai riferimenti piu classici, sposa piu l'irruenza vichinga che il romanticismo romano-barbarico.

ANCHE IL TITOLO DEL VOSTRO ULTIMO ALBUM RIMANDA ALL'ESOTERISMO "IL RE DEL MONDO", PERCHE'?
La title-track parla appunto del concetto di sinarchia, di agarthi e quindi del Re del Mondo. Questo misterioso, e affascinante concetto metaforico per cui tutte le nostre azioni vengano in realtà decise e guidate da colui che governa tutto dal centro della Terra. E' una tematica abbastanza complessa che si sposa con la nostra passione per l'esoterismo (per lo meno nei primi anni della nostra venuta) e per i misteri in generale . Un testo simile è proprio Rosa Croce,un testo che parla in maniera critica del rapporto tra uomo e religione, dei misteri velati, e dal recondito significato di Sangue di Cristo. In questo testo, rivendichiamo Giuda come figura di riferimento dell'uomo cristiano, criticando tutto il resto. Diciamo che non diamo quasi mai l'interpretazione dei nostri testi fino in fondo perche ci piace che ognuno ci legga un piccolo pezzo di se stesso li dentro.. Sono comunque degli specchi...

SI TRATTA FORSE DI UN CONCEPT?
Non è un concept a livello di storia, ma comunque ruotano tutti intorno al concetto di individualità, di rivendicazione dell'io, in un periodo in cui si tende ad ammassare le persone, penso che questi testi (scritti intorno al 1990) siano ancora molto attuali.

CI VOLETE PARLARE DEI TESTI? COME NASCONO? PERCHE' CANTATE IN ITAIANO?
I testi nascono da un immagine che vogliamo legare alla canzone. Si cerca di capire di cosa stiamo parlando, di quanti aspetti celati ci possano essere, e di chi sono gli attori di quel particolare momento. Le strofe poi vengono da sole, di getto, una dopo l'altra. L'italiano e' per dare un senso ancora piu tangibile ai nostri pezzi. Perche ascoltare Metal nella propria lingua madre è tutta un altra esperienza. Perche il metal non è solo rumore (come lo definisce chi non e' avezzo) e c'e' dello spessore a volte. E tutto questo per un italiano a volte va perso se non si apprende in pieno la lingua inglese. E' anche vero che la lingua italiana e' una lingua molto complessa e quindi non tutti i testi si possono scrivere in italiano. Worms of the earth sarebbe difficilmente traducibile rimanendo musicale.

IL SOUND A MIO AVVISO DEVE MOLTO A CERTO PROG ROCK ANNI SETTANTA E AI MANILLA ROAD...
Sicuramente abbiamo ascoltato molto prog (anche se non ne siamo fan sfegatati, comunque abbiamo molto rispetto per tutta la scena italiana, e poi inglese, con il rock di canterbury e altro..) e quindi alcune scelte a volte sono spontanee. Per i Manilla Road e' un caso a parte , perche per me personalmente sono un vero e proprio punto di riferimento. Sono cresciuto con i loro album, ascoltando anche Manowar, Cirith Ungol e tutta la scena invece tedesca.

VORREI SAPERNE DI PIU' SU COME COSTRUITE UN BRANO.
Lavoriamo principalmente sull’idea. Poi la focalizziamo identificando emozioni e momenti e iniziamo a mettere su riff e strofe. Testo e musica nascono contemporaneamente . Poi buttate giù le idee base, si inizia a lavorare tutti insieme a raffinare il pezzo e quindi si alterano le velocità, i riff si incastrano con le due chitarre, si cerca spazio per il basso (che con tutte le chitarre che in genere registriamo e’ difficilissimo trovare :) ) e si arriva al prodotto finale. Generalmente io e Giuseppe (il cantante) componiamo il 99% delle cose. Buttiamo giu tutto e poi lo portiamo all'attenzione del resto della Band. In genere poi tocca all'altro chitarrista personalizzare e stravolgere le miee idee. Mi fido ciecamente del suo buon gusto e della sua tecnica e quindi adoro fammi spaccare i riff e vedere come diventano suonati da lui.

QUALI OBIETTIVI VI PONETE QUANDO COMPONENTE UN BRANO?
Di creare qualcosa che ci rappresenti sempre ,che sia identificabile, e che ci piaccia :) . Creare cose originali oramai e' sempre piu difficile quindi la cosa su cui prestiamo molta attenzione è sul risultato finale del pezzo e non del singolo riff.

E DOPO "IL RE DEL MONDO" QUALI SONO I VOSTRI PROGETTI?
Stiamo lavorando assiduamente a Fede Potere Vendetta. Ci saranno anche degli inediti. Stiamo firmando per molte date lives, e collaborazioni "particolari" di cui daremo notizie a breve , spero :) .

C'E' SPERANZE IN QUESTO MONDO PRIVO DI VALORI?
La speranza c'e' sempre. anche se oramai utopistica. L'importante e' potersi guardare in faccia ogni giorno ed essere sempre sicuri di dare il massimo che possiamo indipendentemente dagli impedimenti. La Rosa Croce ci prova di continuo. Il nostro credo, il motore che ci spinge a continuare ad affrontare la vita giorno dopo giorno, è il Metal.. Acciaio Puro.

Emanuele Gentile

www.myspace.com/rosaecrucisband

<<< indietro


   
Psycho Kinder
"Diario Ermetico"
Nagaarum
"Apples"
Opeth
"Garden of the Titans: Live at Red Rocks Amphitheatre"
Riccardo Andreini & Bramasole
"Come Polvere"
Stonewall
"Never Fall"
Dewfall
"Hermeticus"
Woebegone Obscured
"The Forestroamer"
Stins
"Through Nightmares and Dreams"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild